Evento 2020: “L’emergenza ha cambiato l’insegnamento. Per sempre?”

Ogni anno l’Associazione nel mese di settembre, all’inizio di ogni nuovo anno scolastico, organizza un evento le cui attività hanno costituito un paradigma possibile: la professione docente intesa come possibilità di confronto e scoperta, in cui il contributo di tutti è importante e arricchente. 
Il tema scelto, ogni anno, ci ha condotti a parlare di programmazione, insegnamento efficace, didattica laboratoriale, innovazione didattica, scrittura creativa, matematica, nuove tecnologie, valutazione e competenze, tematiche di particolare interesse per i docenti.  Da questi confronti sono poi scaturite le attività formative di questi anni.
L’appuntamento è ed è stato dunque sempre una occasione per riflettere sulle esperienze fatte, condividerle e proporre percorsi formativi adeguati alle esigenze evidenziate dai docenti.
Anche se il 2019-2020 è stato particolare per la scuola, non vogliamo rinunciare all’appuntamento annuale, ma, in linea con la finalità della Casa di valorizzare e mettere in comune le buone pratiche didattiche, abbiamo pensato di raccogliere le positive esperienze / strategie / progettazioni realizzate dai docenti, affinate anche dal lungo periodo di didattica a distanza.

Gli obiettivi che ci proponiamo sono:

  • Condividere riflessioni, confrontarsi sulla base di elementi raccolti in indagini sull’esperienza di DaD, per far emergere, individuare quanto di questa esperienza potrà essere valore aggiunto anche nella didattica in presenza.
  • Individuare sviluppi possibili, nell’ambito di una metodologia innovativa e di attenzione, in particolare, alle situazioni di difficoltà di apprendimento.

Proponiamo quindi un seminario il

14 novembre 2020 dalle 14.30 alle 19

dal titolo: 

L’emergenza ha cambiato l’insegnamento. Per sempre?

Qualcosa resterà di questi mesi di didattica a distanza?

con la presenza di esperti in metodologie didattiche a distanza e contributi di docenti che abbiano realizzato esperienze significative con i loro studenti. Inoltre presenteremo le attività de La Casa degli Insegnanti inserite nel Catalogo CE.SE.DI. per la scuola 2020 – 2021 http://www.cittametropolitana.torino.it/cms/ifp/cesedi/catalogo-cesedi-per-la-scuola

DESTINATARI: Docenti delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado e istituzioni formative degli Istituti del territorio della Regione Piemonte.

Modulo per la presentazione dei contributi da inviare entro il 2 novembre 2020 scarica il modulo e leggi le istruzioni scritte al fondo del modulo stesso prima di inviare.

Modulo di iscrizione al seminario da inviare entro il 10 novembre 2020 scarica il modulo

L’evento si svolgerà a distanza tramite la piattaforma ZOOM. Agli iscritti verrà inviato il link per accedere.

Non sono previsti costi a carico dei docenti.
L’evento è pubblicato nel Catalogo CESEDI nella sezione Soggetti Ospiti.
Il materiale del seminario sarà pubblicato sul sito dell’associazione e messo a disposizione di tutti gli interessati.
Vi invitiamo a leggere e commentare l’articolo di Rino Coppola (Direttivo de La Casa degli Insegnanti) dal titolo Anche a distanza non c’è didattica senza relazione che anticipa il tema del seminario.

Matematica in verticale

Terminato il Seminario pubblichiamo i materiali dei relatori e alcune riprese video.

Ospite proveniente da Savona il professor Giulio Alluto che abbiamo intervistato sull’esperienza svolta nell’Istituto Comprensivo Savona 1 in cui operava fino allo scorso anno e ora proseguono coinvolgendo anche la sua nuova scuola l’ISS “Mazzini Da Vinci” dove attualmente insegna scienze.

Si apre il Seminario con una presentazione di Ada Sargenti responsabile della Stanza della Matematica de La Casa degli Insegnanti.

Scarica le slide della presentazione di Ada Sargenti.

Segue l’intervento di Giulio Alluto.

Scarica le slide dell’intervento di Giulio Alluto.

La seconda parte del Seminario è una relazione a tre voci (Maria Battù, Hedwige Pinto e Federica Refranco) sull’esperienza di Peer tutoring in verticale condotta nell’Istituto Madre Mazzarello che ha classi di tutti gli ordini scolari dalla scuola dell’infanzia al liceo.

Scarica le slide dell’intervento degli insegnanti dell’Istituto Madre Mazzarello.

Seminario di matematica

Nell’ambito de Il Laboratorio di riflessione didattica sull’insegnamento della matematica: Indicazioni nazionali, prove INVALSI, GeoGebra, riconosciuto con decreto autorizzativo USR Piemonte prot. n. 7564 del 17 luglio 2019, è organizzato il Seminario

Esperienze di attività di matematica “in verticale”.

Il Seminario si terrà nell’aula G, primo piano del CE.SE.DI., via Gaudenzio Ferrari 1, Torino dalle 15 alle 17.30 come da volantino allegato.

I due interventi del seminario saranno centrati su attività matematiche svolte in scuole differenti ma che hanno in comune la verticalità, ovvero il coinvolgimento di studenti di vari livelli scolari contemporaneamente.

Per questo il Seminario è aperto a insegnanti di matematica di ogni ordine e grado.

Per problemi logistici è necessario iscriversi entro il 31 gennaio 2020  all’indirizzo mail daniela.truffo@cittametropolitana.torino.it  compilando il modulo allegato.

Programma del seminario

15.00-15.15 Ada Sargenti La Casa degli Insegnanti: presentazione

15.15-16.00 Giulio Alluto
Docente di scienze integrate (scienze naturali, chimica e biologia) ISS “Mazzini Da Vinci” – Savona

Dalle prove Invalsi alla progettazione di percorsi di matematica “in verticale” : dalla scuola dell’infanzia alla secondaria di primo grado …
e anche alle scuole “superiori”

16.00-16.15 Discussione

16.15-17.00 Maria Battù, Hedwige Pinto, Federica Refranco Docenti di matematica nella scuola secondaria di I e II grado – Istituto Mazzarello Torino

NO DRUGS! Un’indagine statistica con un percorso in verticale di Peer Tutoring.

17.00-17.30 Discussione e conclusione

Il Seminario è riconosciuto con decreto autorizzativo USR Piemonte prot. n. 7564 del 17 luglio 2019

Scarica il volantino

Scarica il modulo di iscrizione

10 anni … insieme: docenti, studenti, scuole per condividere e sperimentare con lo sguardo al futuro.